Browsing Category

Blog

mal di schiena

DOLORE ALLA SCHIENA? MAGNETOLOGY® FA AL CASO TUO!

Dolore alla schiena? magnetology fa al caso tuo!

“Ah…non sai che dolore! Ho proprio la schiena a pezzi!”

Chi di noi non ha mai sentito pronunciare queste parole? Praticamente chiunque!

Secondo i dati del Ministero della Salute, non a caso, l’80% degli italiani è colpito da questa problematica almeno una volta nella vita.

Quando parliamo di lombalgia non dobbiamo pensare ad una malattia, ma ad un insieme di sintomi, che è possibile ridurre a diverse condizioni.

Il mal di schiena patologico si distingue per il caratteristico dolore, che può essere acuto o cronico, localizzato o diffuso.

Eppure le persone che ne vengono colpite, spesso, si limitano ad ignorare il problema, aspettando che passi da sé. Per non aggravare la situazione, invece, sarebbe bene intervenire, adottando le giuste strategie per trattare il disturbo.

Le terapie convenzionali possono essere mal tollerate o provocare reazioni avverse. Come comportarsi, dunque, in caso di lombalgia?

Magnetology ®, di Amel Medical, è il sistema di magnetoterapia professionale appositamente sviluppato per contrastare i dolori osteo-articolari, in modo pratico, non farmacologico e non invasivo.

Magnetology® dona nuova energia alle cellule, esercitando un potente effetto analgesico.

Molte persone affette da mal di schiena patologico hanno ottenuto un concreto beneficio grazie a Magnetology®.

Ecco la testimonianza di Paolo Massano:

“Ho 47 anni e soffro di mal di schiena. A causa di questo disturbo ho dovuto sospendere tutti gli sport che praticavo: calcio, tennis e corsa. Quando ho conosciuto Magnetology la mia vita è cambiata.

Ho subito iniziato la terapia ed ho proseguito per 20 giorni. I risultati sono stati pazzeschi: il dolore che mi perseguitava da anni è praticamente sparito! Consiglio a tutti Magnetology®!”

Oltre 10.000 clienti si sono affidati ad Amel per trattare il proprio disturbo.

Perché non trattare la lombalgia comodamente a casa, in completa autonomia? DA OGGI PUOI!
Fai come Paolo.

Prenota subito la tua PROVA GRATUITA chiamando il numero 800-802040.

Per maggiori informazioni scrivi a info@amelmedical.com o contattaci direttamente sulla nostra pagina Facebook.

Questo contenuto NON HA CARATTERE PUBBLICITARIO, ma solo informativo. Prima di acquistare il prodotto vi chiediamo quindi di contattarci per avere tutte le informazioni anche di carattere tecnico sui nostri prodotti. Visionando il sito, si accetta quanto sopra comunicato. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione.

ginocchio

Problema al ginocchio? trattalo nel modo giusto

Il ginocchio è la più grande articolazione del corpo umano.

Indispensabile per il movimento, per via delle delle ripetute sollecitudini cui viene sottoposto, spesso, risulta esposto a fratture, lesioni e altre problematiche.

Le principali patologie che possono colpire le ginocchia sono l’artrosi, la condropatia rotulea e la lesione del menisco. Questa importante articolazione, però, è anche soggetta tendiniti, distorsioni e altri dolori.

Trovare una soluzione utile per tutti questi disturbi può sembrare impossibile. Una valida soluzione è tuttavia disponibile e, cosa migliore, alla portata di tutti.

La magnetoterapia è una pratica di fisioterapia che viene impiegata per trattare i dolori articolari.

Per i dolori al ginocchio può essere svolta in caso di traumi, gonfiori e situazioni di vario tipo.

La magnetoterapia riduce il dolore in modo non farmacologico.

Come ha sostenuto il Dott. Alberto Vascellari in un’intervista riportata a Dossier Salute, la magnetoterapia è senz’altro efficace nei casi di edema osseo tipo algodistrofia o osteonecrosi.

Inoltre, può apportare beneficio anche nella sofferenza della cartilagine.

Una posizione condivisa dal Dott. Massimo Berruto, per il quale la pratica “fa parte di un corteo di provvedimenti che possono essere utili in questo tipo di patologie per il ritorno ad un’attività normale”.

L’efficacia del trattamento magneto-terapeutico, però, dipende dalla qualità del dispositivo utilizzato, che deve essere testato e certificato.

Magnetology®, di Amel Medical, è il sistema di magnetoterapia professionale che combatte i disturbi al ginocchio comodamente a casa ed in totale comodità.

Dona nuova energia alle cellule, accelera i processi di guarigione ed esercita un potente effetto analgesico.

Sviluppato dai centri di ricerca Amel, Magnetology® si integra alle abitudini quotidiane e non comporta perdite di tempo.

I dispositivi della linea Magnetology® sono certificati dal Ministero della Salute e dispongono delle validazioni più importanti.

Migliaia di italiani li utilizzano quotidianamente per la gestione dei propri dolori.

Tecnologia ed affidabilità a servizio delle persone, e della loro salute.
Chiama il numero 800-802040 per maggiori informazioni o scrivi a info@amelmedical.com.

 

IL TUO AMBIENTE DIVENTA SICURO AL 100% CON PURISAN

Dopo un 2020 da incubo, piano piano la nostra vita sta tornando alla normalità.

Lo sforzo della ricerca, unito all’impegno dell’intera comunità, ha permesso di contenere al meglio l’epidemia SARS COVID-19, che ha tanto condizionato le nostre abitudini.

Che sollievo tornare a sorridere!

Mai come oggi siamo consapevoli dell’importanza di vivere in ambienti salubri, dove la presenza di batteri e virus non minaccia la nostra salute.

Le particelle nocive rappresentano un pericolo concreto. Con i giusti strumenti, tuttavia, è possibile combatterle, mettendo in sicurezza famiglie e imprese.

Come fare allora per proteggersi dai microbi e avere la certezza di respirare aria pulita?

Semplice, acquistando con un sanificatore professionale!

Purisan® è la prima linea di sanificatori a doppio trattamento: ozono e raggi ultravioletti.

L’ozono sanitizza ambienti, superfici e oggetti. Gli UVC eliminano i residui tossici, mantenendo l’ambiente purificati in presenza di persone.

I sanificatori Purisan® assicurano una pulizia duratura, sicura ed efficace nel tempo.

Ozono e raggi UV-C sono menzionati nel Rapporto ISS Covid nr. 25 del 15 maggio 2020, che riporta le modalità applicative da utilizzare per le sanificazioni periodiche previste dal protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus (DPCM 25 aprile 2020).

Visita la pagina o chiama subito il numero 800-802040 per maggiori informazioni.

Questo contenuto NON HA CARATTERE PUBBLICITARIO, ma solo informativo. Prima di acquistare il prodotto vi chiediamo quindi di contattarci per avere tutte le informazioni anche di carattere tecnico sui nostri prodotti. Visionando il sito, si accetta quanto sopra comunicato. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione.

Sanificare con l’ipoclorito di sodio è consigliato?

La sanificazione è un intervento che ha lo scopo di abbattere la presenza delle sostanze nocive.

Non si tratta di un’attività da svolgere in modo sporadico, ma di una pratica che dovrebbe eseguirsi quotidianamente o, comunque, con una certa regolarità.

I germi, infatti, si diffondono rapidamente su qualsiasi tipo di ambiente, depositandosi facilmente su superfici e oggetti.

Le comuni pulizie non ne eliminano la presenza!

Per una sanificazione continua degli spazi privati, ma anche dei locali ad uso professionale, è possibile ricorrere a diverse metodiche.

Solo gli addetti ai lavori, però, ne sanno individuare le peculiarità.

Fotocatalisi, Cloro attivo, Perossido di idrogeno…chi ci capisce qualcosa è bravo!

Facciamo allora un po’ di chiarezza per scoprire qual è il metodo di sanificazione migliore.

Parliamo dell’acqua ossigenata (o perossido di idrogeno).

Il perossido d’idrogeno è un composto contenente ioni perossido e agisce nella sanificazione mediante le sue potenti proprietà ossidanti.

Può essere applicato direttamente sulle superfici oppure vaporizzato e diffuso nell’ambiente in modo uniforme.

Il suo effetto antimicrobico scaturisce dalla formazione di agenti ossidanti che danneggiamo il DNA delle sostanze nocive.

Eppure l’uso dell’acqua ossigenata come sanificatore di ambienti presenta significativi punti a sfavore.

Questo agente, infatti, ha un’azione lenta, si decompone velocemente ed esercita un blando effetto antisettico.

Fortunatamente esiste un metodo alternativo che permette di ovviare a questi problemi.

Purisan è una gamma di sanificatori che si basa due potenti biocidi naturali: ozono e raggi ultravioletti.

L’ozono sanitizza ambienti, superfici e oggetti, abbattendo la carica microbica presente nell’ambiente.

I raggi UVC favoriscono l’eliminazione dei residui tossici, mantenendo l’aria purificata.

I raggi UV-C non sono tossici per l’uomo: Purisan può essere perciò utilizzato in presenza di persone

 

ipoclorito di sodio

Sanificare con l’ipoclorito di sodio è consigliato?

Se indossare la mascherina è diventato un’azione necessaria, sanificare i luoghi in cui si vive è divenuto altrettanto fondamentale.

Casa, ufficio, spazi in condivisione…ogni ambiente, per la nostra salute, dovrebbe essere liberato dai microbi più dannosi.

Per mettere in sicurezza i propri locali è possibile impiegare diverse metodiche.

Solo gli esperti, però, ne conoscono caratteristiche e particolarità.

Fotocatalisi, Cloro attivo, Perossido di idrogeno…chi ci capisce qualcosa è bravo!

Facciamo allora un po’ di chiarezza per scoprire qual è il metodo di sanificazione migliore.

Oggi parliamo dell’ipoclorito di sodio.

L’ipoclorito del sodio è un composto usato su larga scala per la rimozione degli odori e operazioni di disinfezione. La candeggina è basata su questa sostanza.

L’ipoclorito di sodio è un agente efficace contro numerosi agenti patogeni, ed è ampiamente utilizzato per la disinfezione delle superfici.

Malgrado sia efficace contro i microbi, possiede tuttavia svantaggi evidenti: ha caratteristiche irritanti e il suo effetto è limitato nel tempo.

Fortunatamente esiste un metodo alternativo che permette di ovviare a questi problemi.

Purisan® è una gamma di sanificatori che si basa due potenti biocidi naturali: ozono e raggi ultravioletti.

L’ozono sanitizza ambienti, superfici e oggetti, abbattendo la carica microbica presente nell’ambiente. I raggi UVC favoriscono l’eliminazione dei residui tossici, mantenendo l’aria purificata.

I raggi UV-C non sono tossici per l’uomo: Purisan può essere perciò utilizzato in presenza di persone.

 

Come rendere sicuri gli spazi condivisi

COME RENDERE SICURI GLI SPAZI CONDIVISI

In questi giorni l’arrivo della bella stagione è stato accompagnato da una piacevole novità: una diminuzione delle restrizioni.

Grazie all’aumento dei vaccini, sarà finalmente possibile muoversi con più libertà. 

Con il graduale ritorno alla normalità, tuttavia, è destinato anche ad aumentare il rischio di assembramento e con esso una maggiore circolazione di virus e batteri. 

I luoghi aperti al pubblico sono quelli più esposti al pericolo di contaminazione.

Scuole, ambulatori, uffici, negozi sono tutti spazi ad elevato afflusso di persone, che devono essere messi al sicuro in maniera continua.  

Per questi ambienti le pulizie ordinarie non sono sufficienti: è necessario intervenire in modo mirato rimuovendo la presenza dei microbi nocivi; in una parola SANIFICARE. 

Esistono in commercio diversi sistemi per la sanificazione degli spazi condivisi.

Molti di questi, però, non garantiscono risultati adeguati o non soddisfano adeguati requisiti di sicurezza.

A cosa affidarsi, allora?

Purisan è una gamma di sanificatori basato su due potenti biocidi: ozono e raggi ultravioletti.

L’ozono sanitizza ambienti, superfici e oggetti, abbattendo la carica microbica presente nell’ambiente.

I raggi UVC mantengono l’aria purificata in presenza di persone. 

Purisan Safe Room è la soluzione ideale per l’igienizzazione continua dei locali in condivisione. Assicura una pulizia duratura, sicura ed efficace, in soli 15 minuti.

 

 

https://bit.ly/3vu246m

 

Come sanificare i propri ambienti: la fotocatalisi è il metodo migliore?

Come sanificare i propri ambienti: la fotocatalisi è il metodo migliore?

La sanificazione è un intervento che ha lo scopo di abbattere la presenza delle sostanze nocive.

Non si tratta di un’attività da svolgere in modo sporadico, ma di una pratica che dovrebbe eseguirsi quotidianamente o, comunque, con una certa regolarità.

I germi, infatti, si diffondono rapidamente su qualsiasi tipo di ambiente, depositandosi facilmente su superfici e oggetti.  Le comuni pulizie non ne eliminano la presenza!

Per una sanificazione continua degli spazi privati, ma anche dei locali ad uso professionale, è possibile ricorrere a diverse metodiche. Solo gli addetti ai lavori, però, ne sanno individuare le peculiarità.

Fotocatalisi, Cloro attivo, Perossido di idrogeno…chi ci capisce qualcosa è bravo!

Facciamo allora un po’ di chiarezza per scoprire qual è il metodo di sanificazione migliore.

Parliamo del perossido di idrogeno.

Il perossido d’idrogeno, o acqua ossigenata, è un composto contenente ioni perossido e agisce nella sanificazione mediante le sue potenti proprietà ossidanti.

Può essere applicato direttamente sulle superfici oppure vaporizzato e diffuso nell’ambiente in modo uniforme. Il suo effetto antimicrobico scaturisce dalla formazione di agenti ossidanti che danneggiamo il DNA delle sostanze nocive.

Eppure l’uso del perossido d’idrogeno presenta significativi punti a sfavore. Questo agente, infatti, ha un’azione lenta, si decompone velocemente ed esercita un blando effetto antisettico.

Fortunatamente esiste un metodo alternativo che permette di ovviare a questi problemi.

Purisan è una gamma di sanificatori che si basa due potenti biocidi naturali: ozono e raggi ultravioletti.

L’ozono sanitizza ambienti, superfici e oggetti, abbattendo la carica microbica presente nell’ambiente. I raggi UVC favoriscono l’eliminazione dei residui tossici, mantenendo l’aria purificata.

I raggi UV-C non sono tossici per l’uomo: Purisan può essere perciò utilizzato in presenza di persone

Chiama subito lo 0499431144 per maggiori informazioni!

www.purisan.com

Nuovo rimedio contro la stanchezza cronica

La debolezza pare non volerti abbandonare.

I sintomi sono vaghi, ma la spossatezza rovina inesorabilmente le giornate.

I controlli di rito sembrano non dare risultati. 

 Pigrizia? Autosuggestione? No, abbiamo a che fare con una malattia subdola e difficile da trattare: la sindrome da affaticamento cronico.

Molti ne parlano, pochi la conoscono. Di cosa si tratta?

Per sindrome da stanchezza cronica intendiamo una patologia caratterizzata da un senso di affaticamento persistente ed estremamente debilitante, che si aggrava con lo sforzo fisico e riduce significativamente la qualità di vita. 

 Si stima che in Italia vi siano circa 300.000 casi di sindrome da stanchezza cronica. La malattia è molto diffusa nella fascia compresa tra i 40 e i 50 anni e colpisce soprattutto il sesso femminile.

Le persone che ne soffrono possono ricorrere spesso ai farmaci (antivirali e corticosteroidi), rimedi, però, che non si rivelano sempre adeguati alle esigenze del malato, che finisce per abbattersi e continuare a provare dolore.

Per la gestione dei problemi osteo-articolari, come quelli derivati dalla sindrome da stanchezza cronica, puoi provare il ANTIDOLOR®, il sistema clinicamente testato che dona nuova energia alle cellule in modo continuativo e non farmacologico, grazie ai campi magnetici pulsati. 

 Con ANTIDOLOR® la terapia può essere svolta in autonomia: il dispositivo è facile da utilizzare e comodo da applicare! Una soluzione sicura e alla portata di tutti per il benessere del proprio organismo.

Rimanere in salute restando seduti

In ufficio o in auto, ma anche a casa, sdraiati sul divano: gran parte della giornata la passiamo seduti. 

 Una recente ricerca Svizzera ha provato che le persone fra i 15 e i 74 anni restano sedute in media da 4 a 5 ore al giorno. Un sesto resterebbe addirittura seduta per più di 8,5 ore al giorno! 

Sedersi è una necessità, certo, ma anche un pericolo per la salute: sedentarietà e posture scorrette rischiano di condizionare la nostra salute, causando mal di schiena e disturbi articolari. 

 Un esito da scongiurare, in special modo per chi è già colpito da dolori cronici. 

Il miglioramento della postura e una sana attività sportiva possono certamente aiutare a prevenire i problemi fisici. Questi accorgimenti, però, talvolta non bastano. 

 Per tutte le persone che trascorrono molto tempo seduti, oggi, c’è un alleato in più: il cuscino terapeutico TURBOGEL.

Composto da un morbido gel, si adatta al corpo di ogni persona e agisce dove altre terapie non possono intervenire.

Grazie a quattro grandi magneti, potenzia gli effetti del dispositivo per magnetoterapia, propagandone l’azione su una superficie maggiore. 

Turbogel favorisce la circolazione sanguigna e allevia il dolore causato da sofferenze lombari, disturbi agli arti inferiori e piaghe da decubito. 

Una soluzione innovativa sviluppata allo scopo di garantire massimo supporto e grande comfort. 

Come avere sollievo dall’alluce valgo

Non solo un problema estetico, ma anche un problema per la salute: stiamo parlando dell’alluce valgo, il noto dito a cipolla. 

 L’alluce valgo, che si manifesta soprattutto fra le donne, a causa dell’abitudine di calzare scarpe scomode o con il tacco, è uno dei disturbi più frequenti fra la popolazione del nostro Paese. 

 Si caratterizza per la deformazione del primo dito, che orientandosi verso l’interno produce una tipica sporgenza ossea. Oltre a essere poco piacevole, l’alluce valgo determina fastidio e dolore.

 Numerosi studi hanno dimostrato l’ereditarietà di questa problematica: tutti i soggetti colpiti da questo disturbo hanno un parente con la stessa deformità. 

 Per riallineare le ossa del piede si può ricorrere all’uso di plantari, i quali, però risultano spesso scomodi e non danno risultati immediati. Gli analgesici, di contro, possono ridurre il gonfiore, ma possono anche recare spiacevoli controindicazioni.  

Per il trattamento dell’alluce valgo, si rivela molto efficace l’impiego della magnetoterapia, che dona nuova energia alle cellule agendo sul dolore fin dalle prime applicazioni. I campi magnetici facilitano inoltre la formazione del callo osseo.

 Come rilanciato da Dossier Salute, secondo la podologa Federica Vassallo “la magnetoterapia allevia la sintomatologia quando si è in presenza di dolore intra-articolare.

Risulta poi utile in fase post-operatoria perché, oltre ad accelerare il consolidamento osseo in caso di osteotomia, aiuta a ridurre il dolore.

È quindi una terapia fisica indicata sia in caso di alluce valgo sintomatico sia dopo trattamento chirurgico”.

Magnetology® è il sistema di magnetoterapia messo a punto da Amel Medical per contrastare i disturbi osteo-articolari.

Dispositivi come Magnetology TURBOGEL sono certificati dal Ministero della Salute e vengono quotidianamente utilizzati da migliaia di persone. Soluzioni pratiche tanto quanto efficaci.